Feed
· Post
· Commenti

Forlì, 9 febbraio 2009 Viva la Repubblica Romana! Larry Swearingen potrebbe essere innocente, ma per salvarsi deve dimostrare che Melissa Trotter, la donna per il cui omicidio è finito nel braccio, non è stata uccisa l’otto dicembre 1998, giorno della sua scomparsa, ma dopo il 10, poiché lui (come Alan Gell anni fa) avrebbe un […]

Leggi l'articolo completo »

di Texas Coalition to Abolish the Death Penalty Il numero medio di condanne a morte eseguite in tempo record, così come il numero di nuove condanne emesse raggiunge il livello più basso in Texas da 30 anni a questa parte

Leggi l'articolo completo »

Giurie e pena di morte La tradizione del diritto anglosassone di Common Law prevede che l’imputato sia giudicato da una giuria di dodici “suoi pari”. Nei processi capitali questo non succede mai. Gli imputati sono sempre dei poveri disgraziati: dei miserabili che un tempo avremmo definito sottoproletariato urbano. Al contrario chi li giudica appartiene alla […]

Leggi l'articolo completo »

(libera traduzione a cura COALIT) Ciò che l’America fa nelle proprie prigioni in linea di massima e’ affar proprio, ma non sempre. Come questo mese, quando a Jose Medellin, cittadino messicano condannato a morte per lo stupro di gruppo e l’omicidio di due adolescenti avvenuti 15 anni fa a Houston, e’ stata somministrata un’iniezione letale […]

Leggi l'articolo completo »

31 luglio 2008 31 luglio 1944 Ultimo volo del Piccolo Principe I Il problema fondamentale per noi abolizionisti è che, al contrario della tortura, la pena di morte non è vietata dalle norme internazionali. Nonostante gli sforzi decennali delle Nazioni Unite la pena capitale è ancora una sanzione legale ed è per questo che andrebbe […]

Leggi l'articolo completo »

Successivo »