Il Dante di Dossena

di Dino Silvestroni

DanteCon piacere vedo nelle vetrine delle librerie la ristampa del libro di Giampaolo Dossena: “DANTE” (prima edizione 1995), forse un segno della potenza dell’anniversario dantesco. Con più modestia ma con chiara forza Dossena non indica nessuna lettura, perché non tocca all’autore far leggere la Divina Commedia, per quello ci pensa la scuola, suggerisce solo di “non averne paura”.   Per questo più che scrivere una pedante guida, Dossena ci fornisce una precisa piantina della metropolitana per accompagnarci gioiosamente alla fermata giusta.  “Dante Alighieri, inesistente come personaggio storico è invece un personaggio letterario. … padre della lingua italiana…”: per questo il racconto che segna queste pagine si muove fra avvenimenti storici e note quotidiane, il tutto in “tono confidenziale (bonario e delatorio) “. Giampaolo Dossena (1930-2009) non è più fra noi però riesce sempre ad accompagnarci in questa lettura, magari con qualche borbottio, che ci richiama ad una più attenta rilettura.
Lancio fra i  lettori non una catena di sant’Antonio dei commenti, ma una segnalazione (positiva/ negativa non interessa) per il Dante di Dossena

Giampaolo Dossena – Dante. TEA, 2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.