Cultura

Gli scrittori di dizionari

di Paolo Albani

Gli scrittori di dizionari [PDF 376 KB]

Frantumi

Poesie III

di Bruna Alboni

INSICUREZZA

Voglio chiudere il cuore
gestire il mio spettacolo
Lontana dal pericolo
Che qualcuno guardi dentro
E veda solo il vuoto.

CADONO LE STELLE

Cadono le stelle
Dicono i passanti
E non son stelle
E neanche calanti.
Cadono le stelle
Ma rimangon zolle
I desideri
Che non avveri.
Si perdono i sogni
Negli anfratti del cielo
Aspettando il disgelo
Del sole dell’alba
Coi cuori insonni
E intatti gli scrigni.

MAI PIU’

Ogni tanto lancio la mente
Oltre l’orizzonte
Al di là dell’atmosfera
Della nostra sfera.
Nel buio tra le stelle
Oltre le luci
Che può vedere solamente
Un’accurata lente
Nello spazio senza limiti
Che sembra non aver confini
Vado alla ricerca dei morti
Mai risorti.
Quando rimasero corpi
Gli affetti, i difetti o i dispetti
Scomparvero nell’aria
Dicendomi “mai più mi aspetti”.
Ma la mia mente si lancia
Tra soli lune e stelle
Per sedare l’infinita angoscia
Che la sentenza lascia.
Vuoi vedere che qualche sentimento
Tra le fiammelle del firmamento
Non si è spento?

CHIAMALO CAVALLO

Chiamalo cavallo
Un gattino spaurito
Rintanato in un cestino.
Chiamalo Cavallo
Altero e ambizioso
Potente e bizzoso.
“Ma se lo chiamo cavallo
farà confusione
non saprà più la sua funzione.
Miagolare impaziente
O galoppare velocemente?”
Chiamalo cavallo!
Il gattino spaurito
E d’improvviso
Un nitrito.

ALLA FINE IL VENTO

Un vento deciso
Ha chiuso la porta
Ed è rimasto sospeso
Il contatto con la stanza.
Impossibile riaprire
La chiave si è ritorta
La porta è sigillata.
Tra chi è rimasto fuori
E chi è rimasto dentro
Non c’è più nessun contatto
E ognuno ha perso l’altro
Così, improvvisamente
E senza preavviso.
Dovevo prendere una scarpa
Dovevo dare un bacio…
Rimarrà tutto sospeso
Rimarrà tutto incompleto…
E il vento passa in ogni casa
E chiude porte senza posa.

Far East Film Festival 24

È stato presentato al Visionario di Udine e in diretta streaming il Far East Film Festival 24.
il festival si svolgerà a Udine dal 22 al 30 aprile.
Se negli ultimi due anni Far East Film è stato costretto a reinventarsi, questi ultimi mesi hanno generato un’accelerazione improvvisa: un’onda di nuova energia, una frenesia vitale da cui ha preso forma la ventiquattresima edizione. C’era, infatti, il ragionevole timore che i film da selezionare fossero pochi (molte lavorazioni sono state interrotte, set smantellati, date di uscita slittate per mesi) è stato spazzato via dalle tantissime richieste pervenute al Far East Film Festival: i produttori e i distributori asiatici hanno riconosciuto Udine come fondamentale trampolino di lancio in Occidente.

Il Far East Film Festival 24 sarà, ancora una volta, una celebrazione collettiva del cinema asiatico, della sua industria e dei suoi autori. Una celebrazione che si svolgerà in sala – perché il cinema è cinema quando raggiunge il grande schermo – ma che potrà contare anche sullo streaming, eredità felice di un lungo periodo complicato: la sezione online diventa una sezione stabile del Festival. 
Il Teatro Nuovo con i suoi 1200 posti riprenderà il suo ruolo di quartier generale e verrà affiancato dal Visionario, avamposto delle sezioni speciali e delle retrospettive.

Qui per maggiori informazioni

Tutti i film  [PDF]

DIETRO LE QUINTE DI PALAZZO RASPONI